Haermosa 2018, un Grillo sulle bucce

Haermosa è il nostro primo vino lavorato sulle bucce. Le uve, vendemmiate nel 2018 la prima settimana di settembre, provengono da una selezione a mano su una parcella di un vecchio vigneto di grillo allevato a Guyot, a 500 metri di altitudine. I suoli sono calcarei e di medio impasto, con una forte presenza di scheletro. La produzione si attesta su circa 1,5 Kg per pianta.

Dopo la diraspatura, le uve fermentano unicamente con i lieviti indigeni, quelli presenti sulla buccia, e rimangono a contatto con il mosto per circa due settimane, durante le quali avviene la fermentazione alcolica. Segue un ulteriore contatto sulle bucce per un totale complessivo di 40 giorni, e successiva sosta sur-lies fino al momento dell’imbottigliamento.

Alla vista è di colore giallo paglierino carico con riflessi verde-oro. Al naso è complesso, compatto, con le tipiche note varietali del grillo, un mix tra note floreali, erbacee e fruttate, impreziosite da note di scorza di arancia, felce, tè bianco, nocciola tostata e marzapane. Al palato è avvolgente, morbido, con spiccata vena sapida sorretta da un tannino fine e saporito. Il finale è lungo, dinamico, bilanciato. Piacevole al sorso, è intenso ed elegante.